venerdì 13 aprile 2012

L'ipocrisia della Chiesa


Alla faccia di pace, amore bene e dei digiuni spirituali

Il Papa mangia l'agnello e sposa la violenza nel piatto

Dopo Don Mazzi anche Papa Ratzinger nella lista di chi ignora la sofferenza degli animali

Prato, 22 ottobre 2011 - «IL NOSTRO cibo è piaciuto così tanto al Santo Padre, che si è addirittura concesso una scarpetta con il sugo dell’agnello». A parlare è Michele Berardelli, responsabile dell’azienda pratese «RistoArt Grandi Eventi». La ditta si occupa di ristorazione per la collettività e varie mense. Qualche anno fa aveva sede in via dei Fossi nel Macrolotto, adesso si è spostata nella zona di Agliana. La «RistoArt» si è occupata del pranzo servito nel palazzo arcivescovile durante la visita apostolica di Papa Benedetto XVI nella diocesi di Lamezia Terme.

L'incarico ci è stato commissionato dal vescovo di Lamezia Terme — spiega ancora Berardelli — nella zona la nostra azienda è conosciuta perchè abbiamo una filiale a Catanzaro e ci occupiamo di servire i pasti della mensa del tribunale e dell’università Magna Graecia. Abbiamo dovuto seguire rigorosamente particolari indicazioni che ci sono state fornite dai responsabili dell’organizzazione. L’intero pasto non doveva superare le 1500 calorie, tutte le materie prime da noi acquistate sono state sottoposte ad accurate analisi così come il nostro intero staff. Le pietanze dovevano essere consumate in massimo 50 minuti. Alla fine, grazie alla nostra equipe, tutto è andato alla perfezione».

Il pontefice ha potuto gustare prelibatezze della cucina tipica calabrese rivisitate in chiave moderna. Sono state preparate tre portate; un primo, lo «scrigno del duca», con dadetti di zucchine e peperoni, pancetta di suino nero calabrese, pomodori e funghi porcini della Sila piccola. Come secondo è stato servito l’agnellino di latte al vino Greco Bianco con un contorno di patate di Decollatura, un piatto particolarmente apprezzato dal Santo Padre che ha fatto i complimenti al cuoco. Come dessert è stata preparata una mousse di fichi d’india calabresi.

«Siamo stati felici di poter assecondare anche il desidero del Papa di portare con sè un po’ della spremuta d’arance di Rosarno. È stata dura procurarsi un thermos — ricorda divertito Berardelli — ma siamo riusciti anche a soddisfare questa particolare richiesta».

da "La Nazione" http://www.lanazione.it/prato/curiosita/2011/10/22/605424-pranzo_papa.shtml

giovedì 12 aprile 2012

Abbasso Don Mazzi

Il nemico degli animali porta la tonaca: alla faccia della carità cristiana e di tutti i Santi

DON MAZZI E LA CARITA’ ZOPPA: PROTESTIAMO CONTRO LE VERGOGNOSE DICHIARAZIONI DI DON MAZZI CHE SE LA PRENDE CON CHI SPENDE I SOLDI PER GLI ANIMALI:

Sull’ultimo numero del noto settimanale “Chi”, Don Mazzi popolare prete dalla battuta scivolosa, dichiara in un’intervista:
«Italiani, non spendete soldi per salvare cani e gatti, ma destinate denaro alle nostre strutture. Noi salviamo vite umane. Noi recuperiamo quei ragazzi che la società bolla come irrecuperabili. Aiutateci! Si incazzeranno gli animalisti, ma io dico quello che penso»

Non è la prima volta che Don Mazzi attacca gli animali e chi li protegge. Vogliamo dire la nostra a Don Mazzi e alla sua carità zoppa? noi non solo c’incazziamo (parole sue) ma gliene diciamo anche quattro e anche di più.....


fare copia e incolla del seguente testo ( chi vuole può personalizzarlo) e inviare a:


donmazzi@exodus.it
cc: chiposta@mondadori.it


Spett. Don Mazzi, siamo venuti a conoscenza delle sue dichiarazioni, pubblicate in un’intervista rilasciata al settimanale “Chi”, in cui lei invita gli italiani a “non spendere soldi per salvare cani e gatti”. Tale affermazione è gravissima, non solo perché denota uno specismo aberrante, in cui l’uomo e solo l’uomo deve essere al centro dell’universo, negando agli animali la loro natura di esseri senzienti e viventi, ma anche perché Lei contraddice un principio cristiano fondamentale;
“Ama il prossimo tuo come te stesso” dove non si specifica “solo umano”
Se lei ricordasse gli insegnamenti di S.Francesco e di tanti altri Santi, il cui elenco è troppo lungo da scrivere, ci farebbe più bella figura. La sua è solo una carità zoppa, perché la vera carità cristiana o semplicemente umana, non può prescindere dalla comprensione della sofferenza e del bisogno di tutti gli esseri viventi senza distinzione di specie e di razza. Quindi, con le sue dichiarazioni, Lei non fa altro che allontanare la gente dalla parola di Cristo e della Sua carità zoppa non sappiamo cosa farcene
I soldi che gli servono per i suoi ragazzi, li vada a chiedere al Vaticano che è una spa e non paga nemmeno le tasse!!!


nome e cognome città

arsenico nel pet food


Inchiesta Procura Torino su segnalazione Zooprofilattico Dopo lo scandalo dei mangimi per cani alla melamina provenienti dalla cina ecco ora i mangimi per cani e gatti con arsenico in quantita' superiore ai limiti di legge provenienti dalla Thailandia. Erano venduti in popolari catene di supermercati , sono stati segnalati alla Procura di Torino dall'Istituto zooprofilattico che vi aveva riscontrato livelli di arsenico pari a 6 mg per kg, quando il limite e' fissato a 4.
"Vogliamo che sia resa nota la marca dei mangimi incriminati e quali sono le grandi distribuzioni che li commerciano poichè è verosimile che tali cibi circolino liberamente su tutto il territorio italiano" rende noto Valentina Coppola presidente di EARTH, "è inaccettabile che si presti maggiore attenzione all'interesse economico delle aziende che alla salute degli animali"
L'associazione EARTH annuncia un esposto per vendita di cibi tossici e chiederà la riunione del fascicolo al pm Guariniello che allertato da una associazione animalista, lo scorso gennaio aveva aperto un'inchiesta contro ignoti.

boicottiamo gli europei di calcio 2012

CALCIO VIOLENTO E SANGUINARIO

Una strage, una guerra... più di 20.000 morti... bastonati, fucilati, bruciati, resi paralitici, lasciati morire dissanguati per strada... succede nella civilissima Europa, ovvero in Ucraina, e la causa: il calcio....

Le vittime sono quelli che non sanno parlare, non sanno difendersi e soprattutto non votano, e per i canali TV sono meno importanti rispetto ai soldoni degli abbonamenti e pacchetti TV.

Le vitime sono i cani... tanti animali morti miserabilmente in Ucraina per dare spazio agli europei di calcio in Ucraina... ma a voi sembra giusto massacrare tanti animali causando dolore e sofferenza per farsi belli davanti ai turisti????

E per quei che dicono: ma chi ci pensa agli essere umani? Io dico che la sofferenza degli animali non farà stare bene l'uomo, e affermo altro: i malati, i dimenticati e i poveri resteranno poveri anche se tutti gli animali del mondo soffriranno, quindi smettiamo di dire stronzate quando ogni volta uno vuole fare qualcosa per gli animali che spesso valgono anche molto di più di certe bestie a due zampe che ci sono in giro...e poi sinceramente molti ma moooolti di loro che dicono ma ci sono i bambini in Africa, i malati ecc non hanno mai fatto niente per queste persone (al contrario di tanti che si impietosiscono anche degli animali), ma semplicemente passano, guardano e se ne vanno però devono comunque rompere le scatole a quelli che si scandalizzano (è il mio caso), quando gli animali diventano vittime della bestia chiamata uomo, perché se il mondo è messo male a colpa è sempre e esclusivamente dell'uomo e mai degli animali.

A voi che magari amate il calcio vi chiedo, potete guardare e tifare tranquillamente sapendo che il sangue di più di 20.000 animali è stato versato per poter organizzare delle partitele di calcio???

IO NO!!! Quindi qui a casa mia è proibito guardare qualsiasi partita di questo europeo, quindi niente abbonamenti, niente di niente.. però solo io o solo in pochi non possiamo cambiare questa situazione oramai bella che consolidata visto che tante anime innocenti sono già morte, però come questi signori: politici, organizzatori, TV, e via dicendo soffrono solo quando a loro fa male le tasche vi prego: facciamo cadere gli ascolti, non compriamo i famosi pacchetti, non compriamo i gadget e soprattutto non facciamo viaggi in Ucraina per vedere questo spettacolo vergognoso.

BOICOTTIAMO INSIEME GLI EUROPEI DI CALCIO 2012 IN UCRAINA.