giovedì 3 gennaio 2013

L'INCIVILTA' Impunita e la violazione delle leggi



L'Italia di cui ci dobbiamo vergognare





Che il sindaco Gaspari (S.Benedetto del Tronto) dichiari dalle pagine dei giornali: [http://www.rivieraoggi.it/2013/01/01/157513/welcome-2013-gaspari-pensare-positivo-fallisce-lordinanza-anti-botti/ ] “l’educazione civica non si apprende all’improvviso….” fa solo sorridere, forse il senso civico ci sarebbe già, se lui come sindaco facesse rispettare le leggi, visto che in Piazza Matteotti, a Capodanno, si è tenuta una festa raccapricciante, sia per la musica altissima, emessa in prossimità delle abitazioni, sia per gli spari incontrollati e sotto gli occhi di tutti. Non era certo difficile individuare i responsabili.
Il 26 dicembre era stato inoltrato un esposto all’attenzione della Polizia Municipale, del sindaco e delle forze dell’ordine (polizia e carabinieri) perché nell’area fossero predisposti i dovuti controlli sul rispetto dell’ordinanza sindacale di divieto di esplosione dei botti, sull’emissione dei decibel, sulla relazione di impatto acustico preventiva, che nessuna di queste feste ha, malgrado gli obblighi di legge. Ebbene, non c’era nessuno a vigilare e a presidiare, come vorrebbe la legge, ogni volta che ci sono raduni e assembramenti di gente.
Il sindaco la smetta di prenderci in giro, i vigili quando vogliono si presentano con tanto zelo, come la Gestapo, se solo cadono due gocce d’acqua da un balcone o come nel caso di Grottammare dell’11 novembre (se lo ricordi il sindaco Merli) a vietare la libera manifestazione del pensiero,per un fine nobile e giusto come quello della lotta ai mercati degli animali.

Che vergogna! Povera Italia! Ma davvero i politici vogliono continuare a trattarci tutti come cretini?





Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.