mercoledì 28 maggio 2014

sconto rifiuti e cani a Grottammare


 


Siamo indignati dalla decisione del comune di Grottammare  riguardo lo sconto sulla tassa dei rifiuti offerto ai contribuenti in cambio dell’adozione di un cane del canile: http://www.viveresanbenedetto.it/index.php?page=articolo&articolo_id=474249

I cani non sono mezzi da contrabbandare in cambio di  uno sconto ed è vergognoso che i cani siano tirati in ballo quando si parla di rifiuti: sconto sui rifiuti per chi adotta un cane rifiutato? 

Le adozioni consapevoli non devono essere motivate da fini utilitaristici e prevedono affidi seri che assicurino al cane condizioni di vita ottimali con controlli pre e post affido. Non è come comprare un fustino di detersivo, prendi due paghi uno. Si tratta quindi  un pessimo esempio che il comune di Grottammare sta dando a livello educativo alla popolazione. Quanti cittadini adotteranno un cane solo per avere uno sconto sulla tassa dei rifiuti ? In tal modo l’amministrazione conferma ancora una volta di non essere capace di recepire il concetto di animale come essere vivente, d’altra parte è stato approvato solo da poco un regolamento comunale per il benessere degli animali, (dopo anni di battaglie animaliste) che tuttavia non recepisce in pieno le richieste delle associazioni animaliste e dei cittadini ( vedere il mancato divieto di svolgere mercati di animali) 

Nei paesi del Nord Europa lo sconto sui rifiuti si fa a chi attua con diligenza la raccolta differenziata, non a chi adotta un cane.

Gli animali ancora una volta sono considerati merce di baratto, e non esseri viventi.


Associazione “Arca 2000” onlus diritti dell’animale malato