Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Marzo, 2013

La mattanza degli agnellini

Il sindaco di S.Benedetto del Tronto fa la scaletta delle priorità

“ tutta questa attenzione per gli animali,potrebbe almeno in parte essere orientata a salvare i bambini ” (Giovanni Gaspari (Pd) dichiarazioni rilasciate al “Corriere Adriatico” del 6/03/2013)



II FATTO
Ci sono personaggi che rimangono alla storia per aforismi e riflessioni etiche incentrate sul rispetto e l’amore. Il sindaco di S.Benedetto del Tronto (Ap) rimarrà alla storia per queste riflessioni  da fare invidia a Cartesio, il famoso filosofo  che considerava gli animali come cose prive di sensazioni e quindi non meritevoli di pietà.  Dal “Corriere Adriatico” del 6/03/2013, (riguardo la vicenda del sequestro di 38 cuccioli a seguito di un fermo operato dai Carabinieri al casello autostradale della A14 di S.Benedetto del Tronto (Ap)) leggiamo (si allega articolo): “….mi sia consentita una riflessione, tutta questa attenzione verso gli animali,senz’altro ammirevole, potrebbe almeno in parte essere orientata a salvare tanti bambini che in diverse zone del mondo lottano ogni giorno per sop…

divieto del taglio di coda e orecchie

da Sanihelp.it - Il 1 novembre 2011 è entrata in vigore la normativa che vieta il taglio di coda e orecchie nel cane contenuta nella Convenzione europea per la protezione degli animali da compagnia. Tutti gli interventi chirurgici mirati alla modifica dell’aspetto dell’animale da compagnia o finalizzati per altri scopi non curativi vengono vietati.

La normativa in particolare pone il divieto su:
• Taglio della coda
• Taglio delle orecchie
• Recisione corde vocali
• Asportazione unghie e denti.


Nel comma 2 dell’articolo 10 della suddetta convenzione espone un caso in particolare dove la caudotomia è permessa. Questo caso particolare riguarda le razze di cani da ferma, riporto e cerca:
• Bracco Ungherese a pelo corto
• Cane da ferma tedesco a pelo duro
• Cane da ferma tedesco a pelo corto
• Bracco Francese tipo Gascogne
• Bracco Francese tipo Pirenei
• Bracco Italiano
• Epagneul Breton
• Griffone a pelo duro (Korthals)
• Spinone Italiano
• Cocker Spaniel
• Springer Spaniel

In queste razz…

Senigallia niente animali in vendita alla fiera di S.Agostino

Senigallia: il Tar conferma, niente animali per Sant'Agostino


Il Tar ha confermato la delibera espressa dal Consiglio comunale di Senigallia nel 2012 che vieta la vendita di animali alla Fiera di Sant'Agostino. La decisione era stata contestata in sede legale da un'azienda che si occupa del commercio di animali, presenza fissa alla nota fiera senigalliese, che aveva chiesto e ottenuto la sospensione del provvedimento dallo stesso Tribunale. Questo aveva portato anche nella scorsa edizione, quella del 2012, alla presenza delle bancarelle di cuccioli, che era stata contestata da alcuni simpatizzanti di associazioni per la tutela degli animali.
Ora il Tribunale Regionale conferma la validità del provvedimento sindacale, che tornerà in vigore per l'edizione 2013 di Sant'Agostino vietando la vendita degli animali.


Potrebbe interessarti: http://www.anconatoday.it/cronaca/tar-conferma-divieto-vendita-animali-fiera-sant-agostino-senigallia.html
Leggi le altre notizie su…

San Benedetto del Tronto scoperto traffico illegale di cuccioli

Il loro viaggio è stato interrotto a San Benedetto del Tronto (AP) grazie ad un posto di blocco dei Carabinieri del locale Comando Stazione. Trentotto cuccioli, provenienti dallo Slovacchia e stipati all’interno di due autoveicoli. A darne comunicazione è il Comando Stazione di San Benedetto del Tronto del Corpo Forestale dello Stato.
Si tratta di diverse razze tra cui King Cavalier, Carlino, Bull dog inglese, Boule dogue francese, Husky, Chihuahua, Shi-tzu. Buona parte di loro, riferisce la Forestale, sarebbe risultata priva dei documenti necessari per il trasporto e per il commercio. Alcuni cani erano inoltre sprovvisti di microchip e non sarebbero stati accompagnati da una corretta documentazione che ne comprovasse la provenienza o l’esecuzione di un adeguato piano di profilassi sanitaria.
Il personale del Corpo forestale dello Stato e i Carabinieri hanno, quindi, immediatamente, sequestrato i cuccioli e denunciato all’Autorità Giudiziaria competente i tre conducenti …