Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Dicembre, 2017

LA RESPONSABILITA' DEL VETERINARIO

https://www.studiocataldi.it/articoli/21433-la-responsabilita-del-veterinario-e-il-risarcimento-del-danno-morale.asp
https://www.studiocataldi.it/articoli/29544-responsabilita-medica-le-condizioni-di-procedibilita-della-domanda.asp
https://www.studiocataldi.it/guide_legali/responsabilita-medica/#para

Facciamo notare che 15 anni fa, nel 2003, quando Arca 2000 ha iniziato la sua avventura in difesa degli animali vittime di malasanità animale, non vi era una sola sentenza né causa legale per negligenze veterinarie; i giornali e i media non ne parlavano affatto e il solo articolo che si trovava in rete, digitando le parole "malasanità animale" era un'intervista all'attrice Sandra Milo che lamentava la morte di un suo cane per la superficialità del suo veterinario. In questi anni, abbiamo svolto un egregio lavoro, anche a livello mediatico, per abbattere il muro di omertà che proteggeva la casta veterinaria. Ora i vet non si sentono più intoccabili e verrà il giorno in cui d…
MISSING cane sparisce dall'ambulatorio veterinario, risarciti i familiari umani: http://www.ilgiornaledivicenza.it/territori/vicenza/creazzo/coppia-risarcita-per-il-dolore-del-cane-sparito-1.6089605

IL LIBRO NERO DEI VETERINARI

Lo aspettavamo da tempo un libro così, scritto da una veterinaria austriaca Jutta Ziegler che "vuota il sacco" per  abbattere il muro di omertà sulla più impunita e deresponsabilizzata professione medica, quella del veterinario. Un vuoto legislativo e  culturale garantisce l'impunità perché il medico degli animali nell'immaginario collettivo è ancora quello che va in montagna con la valigetta a curar asini e capre, e come la va la va. Nemmeno considerato un  medico, forse, come un vigile del fuoco non è un poliziotto però ci somiglia vagamente. Un medico di serie "b" per un paziente di serie "b" , quindi non tenuto a render conto del suo operato perché gli animali non sono nulla per le leggi italiane, ma hanno diritti solo quando qualcuno ci guadagna: in voti elettorali, in soldi per mangimi, toelettature e gadget, cappottini e collarini. Ma quando stanno male? Che tutele hanno per difendersi dai camici sporchi di turno? Ma non è forse una contrad…