sabato 20 agosto 2011


Condanna per chi tiene i cani a catena corta

Una vittoria importante sul fronte dei maltrattamenti degli animali....La Corte di Cassazione ha sancito che tenere legati i cani a una catena troppo corta configura un maltrattamento ed in quanto tale punibile ex art. 544-ter del codice penale; tale assunto si basa sui principi posti dalla norma a tutela degli animali introdotta nel 2004, (legge 189/04) e ripreso dai giudici del tribunale di Mondovì, ai quali si è conformato il Giudice di Legittimità con la sentenza numero 26368/2011.
Nel caso di specie, è stato condannato il padrone dei poveri animali dato che era stato acceratato, senza dubbio alcuno che, i grossi cani "erano legati corti alla catena, tanto da presentare abrasioni al collo»; che l'unico riparo alle intemperie era costituito dalla pala di un trattore ; e, infine, che le bestie «si trovavano in mezzo al fango e ai rifiuti ferrosi".
così facendo è stata riconosciuta la piena sussistenza di tutti gli elementi costitutivi del reato sotto il profilo oggettivo in capo al "cattivo" padrone