domenica 25 gennaio 2015

disegno di legge per la Regolamentazione della professione veterinaria



 FIRMIAMO PER SOSTENERE IL PROGETTO DI LEGGE

 https://secure.avaaz.org/it/petition/Alla_ca_della_Sen_Serenella_Fucksia_ai_Presidenti_di_Camera_e_Senato_Obbligo_legale_di_tracciabilita_delloperato_veterin/?cLidGdb
E' stato presentato il 14 maggio 2014 dalla senatrice Serenella Fucksia un importante disegno di legge http://www.senato.it/leg/17/BGT/Schede/Ddliter/44424.htm
che prevede misure per contrastare la malasanità animale attraverso obblichi ben precisi di tracciabilità dell'operato veterinario. Attualmente infatti nessun veterinario ha obbligo di render conto del proprio operato tramite cartelle cliniche, referti scritti delle diagnosi e delle terapie effettuate, consenso informato. Si tratta di un vergognoso vuoto legislativo denunciato da anni dall'associazione "Arca 2000" diritti dell'animale malato che  ha promosso una importante petizione in tal senso a cui hanno aderito oltre 16000 cittadini italiani. Purtroppo quando muore un animale per malasanità veterinaria non è possibile intentare causa ai veterinari proprio per la mancanza di documentazione clinica.
Gli animali che vivono  nelle nostre famiglie umane sono a tutti gli effetti importanti membri della nostra vita sociale ed affettiva e vanno tutelati.
Vogliamo con l'occasione ricordare tutte le vittime della malasanità animale che formano un lungo elenco destinato ad aumentare, almeno finchè non saranno isolati i camici sporchi della veterinaria che vogliono continuare a tutelarsi considerando i nostri animali come esseri di serie "b" e intercambiabili.
Occorre ridare dignità ad una professione che rischia di essere sempre più squalificata dai camici sporchi.
Il 4 febbraio prossimo si celebrerà la prima giornata nazionale delle vittime della malasanità animale invitiamo tutti coloro che vogliono ricordare una loro vittima ad inviarci la sua storia e una foto .
Per ogni ulteriore info: arcanimali@tiscali.it- www.arca2000.it







2 commenti:

  1. Vorrei segnalare un altro problema oltre alla mancanza di norme legislative per malasanità per gli animali e cioè che tra i veterinari sembra esistere una sorta di SOLIDARIETA' OMERTOSA...nel senso che si aiutano uno con l'altro,senza pensare al danno che procurano agli animali stessi e ai loro padroni,non tenendo conto che fare il veterinario deve essere innanzitutto una missione e che il fattore economico è di secondaria importanza.Mi spiego: cosa succederebbe ad un cane malato abbandonato in strada e che viene trovato putacaso da un veterinario? Lo lascerebbe morire perchè non gli viene corrisposta la parcella§?

    RispondiElimina
  2. vi segnalo 2 casi di malasanità inviando x e.mail

    RispondiElimina

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.